Speciale Frequenze da Liberare, Scontro sui Canali

C’è molta confusione sui canali vhf ed uhf che dovranno essere assegnate alle tv locali, espropriate dalle attuali frequenze poiché creano problemi di interferenza con le tv confinanti.

Così troviamo che alla Valle d’Aosta verrà assegnato il canale 57 che copre la piccola regione, mentre la Lombardia il vhf 7, l’uhf 58 per tutta la regione e il vhf 11 parzialmente; nessun problema per Veneto e Friuli Venezia Giulia dove la pianificazione dei canali uhf 58 e 60 coprono abbondantemente la regione; non vale lo stesso per la Liguria dove si deve accontentare del canale vhf H1 e in virtù degli accordi con la Francia dei canali uhf 57, 58 e 60; in rapida carrellata ecco gli altri: Emilia Romagna (60 totale, 58 parziale), Toscana (6 e 57 totale e 58 e 60 con accordo), Umbria (59 e 60 totale mentre 57 e 58 parziale), Marche (6, 58 e 60 totale), Lazio (57, 58 e 60 parziale), Abruzzo (6, 7, 58 e 60 totale), Molise (7 totale mentre 58 e 60 parziale), Campania (6 parziale), Puglia (7, 58 e 60 totale), Basilicata (60 totale e 6 parziale), Calabria (58 parziale) ed infine la Sardegna (60 parzialmente diversamente 57 e 58 con accordo). Da notare che le seguenti regioni, invece, non hanno ottenuto alcuna pianificazione da parte dell’Agcom: Piemonte, Trentino Alto Adige e Sicilia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *