Canali in chiaro Eutelsat: Decoder Sky, TivùSat o FTA?

In questa guida esaminiamo tre differenti ricevitori satellitari per vedere i canali in chiaro presenti su Eutelsat Hotbird 13° Est.

Prima di continuare ricordiamo che sia i decoder Sky, Tivùsat che free to air memorizzano anche le emittenti radio e i canali tv in alta definizione e sono in grado di supportare più lingue, sottotitoli, servizio di teletext ed epg (guida elettronica ai programmi).

Decoder Sky

Per chi ha disdetto l’abbonamento Sky e tuttavia non vuole rinunciare a vedere i canali in chiaro secondo la numerazione automatica Sky può farlo usando un vecchio decoder Sky o MySky (se ne trovano diversi nei vari mercatini cittadini ma anche online).

Tuttavia nell’acquisto o nel riutilizzo di un vecchio decoder bisogna tenere in considerazione l’eventuale compatibilità SCR.

SCR è un sistema di distribuzione del segnale satellitare che consente – rispetto a un LNB Universale – di collegare più decoder senza la necessità di far scendere tanti cavi quanto sono i dispositivi in casa.

Tale sistema è presente nell’impianto satellitare qualora abbiate aderito in passato a un’offerta Sky in alta definizione.

I decoder Sky compatibili con SCR sono tutti quelli in alta definizione e la versione dolby digital in definizione standard.

Ebbene ricordare, che nel caso in cui possedete un vecchio decoder Sky SD è possibile usarlo anche in un impianto SCR, spostando il cavo dell’antenna parabolica dall’ingresso SCR a quello universale.

Tra i pochi vantaggi di continuare a usare un decoder Sky per vedere i canali in chiaro c’è semplicemente la numerazione automatica. Di fatto, avendo un decoder MySky, non potrete comunque usare le funzioni di registrazione e di timeshift poiché sono presenti solamente su smartcard attiva.

Pro

  • Numerazione automatica dei canali.
  • Utilizzo di un unico telecomando per gestire la tv (collegando la digital key) e il decoder.

Contro

  • Funzione registrazione e timeshift disabilitate.
  • Assenti canali Mediaset e altri del digitale terrestre.
  • Nessun contenuto multimediale scaricabile da internet o da supporto esterno (pen drive).
  • Gestione manuale della numerazione e delle frequenze.

Decoder Tivùsat

Se nella zona in cui abitate il segnale del digitale terrestre prende male e peraltro non avete una connessione ad alta velocità a internet, il decoder Tivùsat è una scelta obbligata.

Infatti, solo tramite decoder Tivùsat è possibile vedere tutti (o comunque) i più importanti canali nazionali del digitale terrestre nonché tutti i free to air presenti via satellite.

Pro

  • Numerazione automatica dei canali.
  • Presenti tutti i principali canali italiani del digitale terrestre.

Contro

  • Costo
  • Gestione frequenze.

Decoder Free to air

E’ la scelta più adatta per chi desidera risparmiare o gestire più satelliti. I ricevitori free to air hanno supporto SCR, funzioni multimediali e soprattutto PVR.

Pro

  • Supporto multimediale (immagini, foto e video).
  • PVR con funzione timeshift.
  • Connessione a internet.
  • Gestione di più satelliti e delle frequenze.

Contro

  • Numerazione automatica basata, generalmente, sulla frequenza.

Conclusioni

Le soluzioni descritte sono tutte valide dipenderanno dal vostro budget e dal vostro interesse verso la tv satellitare quale sia il decoder più adatto alle vostre necessità. Infine, vorremo ricordare che paradossalmente è possibile anche usare più decoder, ad esempio in un sistema SCR usando uno split (in italiano spartitore) collegare un vecchio decoder Sky (così avere la numerazione automatica dei canali) e un free to air (con funzione pvr per eventuali registrazioni o uso del time shift).

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *