28 luglio 1976 la Corte Costituzionale legittima le tv private in ambito locale

Con la sentenza n. 202 del 28 luglio 1976 la Corte Costituzionale ammette la legittimità delle tv private di trasmettere in ambito locale.

Facciamo il punto sulle principali tv siciliane nate alla fine degli anni settanta:

1975

  • 1975-2013 Teletna
    il nome si riferisce al vulcano Etna che sovrasta la cittò di Catania; nel 2014 venne sostituita da Sicilia Channel.
  • 1974 Teleiblea (Ragusa)
  • 1975-2005: Videosiracusa (Siracusa)
  • 1975 Teleacras (Agrigento)
    il nome si ispira a quello antico di Agrigento: Akragas.

1976

  • 1976 CTS Compagnia Televisiva Siciliana (Palermo)
  • 1976: Telecolor (Catania)
  • 1976: RTP (Messina)
  • 1976-1982 Ciak Telesud (Catania, da non confondere con l’omonima emittente attiva di Paternò)
  • 1976 La TR3 Marsala (Trapani)
  • 1976 Alpauno (Trapani)
  • 1976 Teleradiocanicattì (Agrigento)

1977

  • 1977: TRM Tele Radio del Mediterraneo (Palermo)
  • 1977-1990 Telesicilia (Palermo)
  • 1977-1983: Sirio 55 (Catania)
  • 1977-2022: Rete 8 TSC Telesiciliacolor (Catania)
  • 1977-2022: Telejonica (Catania)

1978

  • 1978 TRIS (Siracusa)
  • 1978: TGS Tele Giornale di Sicilia (Palermo)
  • 1978: Video Mediterraneo (Ragusa)
  • 1978-2005 Telescirocco (Trapani)

1979

  • 1979: Antenna Sicilia (Catania)
sciopero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *