1958: arriva la Filodiffusione in Italia

Nel dicembre del 1958 nelle città di Milano, Torino, Roma e Napoli per la prima volta in Italia viene attivata la Filodiffusione. Successivamente sarà presente nelle principali città italiane.

Il servizio viene fornito dalla Rai in collaborazione con la società telefonica – all’epoca statale monopolista – Sip. Inizialmente non è previsto alcun abbonamento ma solo una tantum per l’allaccio (Lire 27.000), oltre al costo da sostenere per l’adattatore-rivelatore del segnale (Lire 15.000).

La Rai attiva 6 canali, di cui le 3 reti nazionali già trasmesse in onde medie (AM), 2 nuove reti denominate IV canale Auditorium e V canale Leggera e 1 rete di riserva (VI canale).

La Filodiffusione usa le Onde Lunghe e per riceverla è necessario essere abbonati al Telefono, alla Rai, possedere una radio collegata a un filtro inserito sulla linea telefonica e utilizzare un adattatore-rilevatore fornito per la ricezione dei 6 canali.

I programmi della Filodiffusione vengono pubblicati sul RadiocorriereTv.

Differentemente dalla modulazione d’ampienza (le onde medie) il segnale della FD risulta essere privo di disturbi e in stereofonia, considerando peraltro nella possibilità di avere una maggiore larghezza di banda di 33 KHz contro i 4,5 KHz.

Inoltre la Filodiffusione usando frequenze diverse da quelle della telefonia fissa permette l’uso contemporaneo dei due mezzi, pertanto è possibile ascoltare i canali della Filodiffusione e al contempo inviare o ricevere telefonate, senza che l’uno disturbi l’altro mezzo.

Nel corso dei decenni la Filodiffusione ha ampliato la propria copertura adottando altri mezzi di comunicazione, quali la trasmissione FM in alcune importanti metropoli, la trasmissione free to air via satellite, lo streaming, il digitale terrestre e il DAB+.

Frequenze Filodiffusione

  • Primo Canale (Radio 1): 178 kHz
  • Secondo Canale (Radio 2): 211 kHz
  • Terzo Canale (Radio 3): 244 kHz
  • Quarto Canale (Auditorium): 277 kHz
  • Quinto Canale (Leggera): 310 kHz
  • Sesto Canale (“Riserva”): 343 kHz

Onde lunghe, non solo FD

Le Onde lunghe non sono state usate solo per la trasmissione radiofonica a mezzo Filodiffusione ma anche per la ricezione tradizionale tramite radio senza ulteriori modifiche. In questo caso, fino al 2004, era possibile ricevere da Caltanissetta il segnale di Radio 1 sui 189 KHz e una potenza di 10 W.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *