15 ottobre 2021: spegnimento MUX Rai 2

Rimodulato il calendario per il passaggio al DVB-T2 (vedere il documento ufficiale del MISE, all’indirizzo URL: https://atc.mise.gov.it/images/documenti/Testo_coordinato_del_decreto_del_Ministro_dello_sviluppo_economico_del_19_giugno_2019.pdf).
La prima data da segnare è venerdì 15 ottobre 2021 quando, a livello nazionale, sarà spento il mux numero 2 della tv di Stato (mux Rai 2) che, attualmente, occupa la frequenza UHF 30 eccetto in Sardegna sulla frequenza UHF 49.

Le seguenti emittenti saranno ridistribuite tra i mux Rai 3 e Rai 4: Rai 5 (23), Rai Storia (54), Rai Sport (58), Rai Scuola (146), Rai GrParlamento, Rai Isoradio, Rai Radio Kids, Rai Radio Live, Rai Radio Techeté, Rai Radio Tutta Italiana, Rai Radio1 Sport, Rai Radio2 Indie e Rai Radio3 Classica.

Le emittenti sopracitate unitamente a quelle contenute nei mux Rai 3 (21: Rai 4, 24: Rai Movie, 25: Rai Premium, 42: Rai Gulp, 43: Rai YoYo, 501: Rai 1 HD) e Rai 4 (57: Rai Sport + HD, 502: Rai 2 HD, 503: Rai 3 HD) trasmetteranno usando il codec MPEG-4/H.264 pertanto sarà necessario possedere un tv/ricevitore che sia in grado di ricevere i canali in alta definizione.

Le emittenti generaliste (Rai 1, Rai 2 e Rai 3) e Rai News 24 continueranno a trasmettere col vecchio codec MPEG-2.

Screenshot di uno dei canali inclusi nel mux nazionale Rai 2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.